“I mangiatori di patate”…Vincent van Gogh”…

Al Museo Van Gogh in Amsterdam mi colpi molto questo dipinto…”I Mangiatori di patate”…

Mi colpirono i volti emaciati…i colori stesi sui visi da Vincent…fanno percepire ancor più un senso accentuato di stenti…riguardo la vita nel lavoro in campagna…

Colpisce come Vincent abbia saputo rendere nel dipinto la realtà della dura vita dei contadini!..

È la famiglia contadina nella sua terra natia…L’Olanda… al ritorno dal lavoro nella campagna…tutti intorno al tavolo si nutrono del solo frutto della loro terra…

Una grande impressione!..

Visi emaciati…affaticati di chi dedicava la vita a quel tempo…a un lavoro cosi faticoso…nei campi….

Così ben raffigurati…sotto la luce fioca della lampada…

38315

Vi accompagno con me nei ricordi!..l’incontro con i discendenti degli ammutinati del Bounty…

L’incontro con i discendenti degli ammutinati del Bounty…nella piccola isola di Pitcairn!..

Uomini e Donne con la loro barca raggiunsero la nave…salirono a bordo come dei buoni pacifici pirati…portarono i loro prodotti artigianali costruiti con le loro mani e incontrarono la gente che proveniva da tanto lontano…

La gente tutta intorno a loro…incuriosita alla loro vita…alla loro cultura…ai loro prodotti!..

Quando abbandonarono la nave e ritornarono alla loro isola di Pitcairn…avvertii malinconia…era già nostalgia!..

Scesero dalla nave…salirono nella loro piccola barca…

Osservai…fecero un giro intorno alla nave per salutare…ringraziare la gente che li aveva ospitati!..

Salutarono festosi e si allontanarono…mi commossi e mi allontanai!..

Quanta emozione provata incontrandoli…Pensai…all’Isola loro di Pitcairn…lontana dal mondo…un’isola a 3500 miglia dalla Nuova Zelanda…quattro chilometri quadrati di territorio…sperduta nell’oceano Pacifico…

Là soli…lontani dal mondo!..

Sono i discendenti degli ammutinati del Bounty…

I loro avi si stabilirono lì per sempre…dopo aver subito tante crudeltà angherie dal comandante del Bounty…

Si ribellarono…e divennero gli ammutinati…

Abbandonarono su una scialuppa in mezzo al Pacifico il comandante e parte dell’equipaggio che non vollero seguirli…

Gli ammutinati vagarono per giorni in oceano alla ricerca di una terra…un’isola…

Trovarono l’isola…si stabilirono lì…dopo aver incendiato il Bounty…

Fecero figli con le dolci donne di Tahiti…

I discendenti degli ammutinati del Bounty…vivono nella bellezza selvaggia di Pitcairn…dove la storia dei loro antenati…racconta!..

La moda divenne arte con ‘Pino Lancetti’…chiamato…”Il sarto pittore”…

Grande stilista…’Pino Lancetti’…

Iniziò la sua vita artistica a Gualdo Tadino in Umbria dove nacque…iniziò come pittore decoratore nella ceramica…

Si trasferì a Roma…in via Margutta la via degli artisti…aprì il suo primo atelier e da lì iniziò la sua escalation…

Lo chiamarono ‘il sarto pittore’…

Negli anni…presenta importanti collezioni…sempre ispirate al mondo dell’arte…

l’arte che Lancetti amava…

Lancetti nel corso della sua attività…si ispirò a molti artisti come…Klimt…Picasso…Modigliani…sopratutto si ispirò a Matisse…

Creò tessuti e modelli…fantastici!..

Creò per l’alta moda e per il pret a porter…

Benvenuti nel blog!..

Rinnovo il mio benvenuto a chi si è affacciato alla ‘Porta della condivisione’ negli ultimi tempi!..

Vi racconto!..

Da quando iniziai a condividere con le amiche più care alcuni momenti del giorno…scoprii passo a passo la bellezza della condivisione!..

È sentirsi insieme nella giornata che inizia e durante…La condivisione è libertà dell’anima…

Da qui nacque l’idea di sviluppare un piccolo blog…per incontrarvi virtualmente senza pregiudizi e condizionamenti…
esprimendo in totale libertà e consapevolezza…sentimenti…emozioni…vita!…

Raccontando fatti…storie…viaggi…arte…riflessioni!..

Condividere un viaggio o un dipinto di Van Gogh…Chagall…Monet…Klimt…Manet…

Condividere lo stupore e l’emozione nell’osservare il capolavoro di Antonello da Messina…Ecce Homo!…

Osservare un artista di strada che canta De Andrè…recitando poesie!..

Condividere…attraverso l’osservazione del mondo…solidarietà…riflessioni…incontri…immagini…storia…viaggi…gentilezza…video…canzoni…

Raccontare se stessi con l’entusiasmo verso la vita…così come si è!..

Le parole sono la vita!..

Non avrei mai immaginato la condivisione per la mia riservatezza…riservatezza che in genere accomuna ciascuno di noi…

Esprimersi è libertà dell’anima…fa sentire la vicinanza degli amici in un mondo talvolta solo…

E’ scoprire che fa bene alla nostra anima…la nutre!..

È la condivisione di tutto ciò che rende più gradevole la vita…riflettendo sulla vita!..

E con voi cari Amici…la serenità…la lietezza…sarà più grande!..

Trascorreremo insieme…momenti sereni e con il sorriso…

Benvenuti nel blog!..

Amedeo Modigliani…i suoi dipinti…l’amore…Jeanna Hebuterne…

Nacque a Livorno Amedeo Modigliani…

La sua arte unica e personalissima…

Dipinge nudi…ritratti…scolpisce…

Si recherà a Venezia alla Biennale…per Modigliani questa visita diventa la scuola…attinge dalle opere di Klimt…Munch…

Si recherà a Parigi…I galleristi si impegnano per farlo conoscere…ma Amedeo Modigliani non riesce ancora ad emergere…

l’artista sempre più malinconico…i suoi giorni trascorrono abbandonandosi all’alcol…

Successivamente la sua vita si illuminerà…incontrando l’amore che sarà ricambiato da una giovanissima donna…Jeanna Hebuterne…promettente artista…

Qualche anno dopo l’incontro felice con Jeanna…purtroppo…Modigliani si ammala e termina la sua vita…

Jeanna disperata in uno stato di profondo abbattimento per la grave perdita di Amedeo Modigliani…si lascia andare…una finestra è aperta…vola disperatamente e termina la sua giovane vita…

Ora riposano accanto uno all’altro…

Amedeo e Jeanna…un amore appassionato e tormentato…