VI accompagno con me… nei ricordi di un viaggio…attraverso l’arte culinaria…

La cena iniziò con un antipasto di gamberetti in salsa aurora…

Gustai con piacere il buon risotto di zucca…gamberetti e rucola e poi non più…troppo!..

Ma non rinunciai al sorbetto di mandarino…

Menù colorato…rosa aranciato!..

Vi accompagno con me nella misteriosa…silenziosa…leggendaria ‘Isola di Pasqua’…

L’ombelico del mondo…il centro del mondo…il luogo più remoto del mondo…lo visitai e fu una grande emozione…

l’isola di Pasqua…Rapa Nui…

Misteriosa isola nell’oceano Pacifico…lontana da altre terre…

Racconto!

La nave attraccò nel piccolissimo porto…la lancia…ovvero la piccola barca conosciuta come soccorso…mi accompagnò nel punto dove iniziava l’escursione dell’isola…era l’aiuto che dava alla gente per visitare il luogo delle cerimonie…dei riti…

L’isola dalla bellezza misteriosa e leggendaria…basti pensare al ‘Villaggio di Orongo’…un panorama da brividi…con Il suo vulcano…con la bocca del suo enorme cratere che guarda l’oceano…

Percorsi i suoi sentieri per ammirare la bellezza…per ascoltare la storia dalla guida del luogo che accompagnava all’escursione…

Ascoltare le leggende e le verità con i suoi riti…questo racconta Orongo…

Racconta degli uomini uccello…la cerimonia era un rito per scegliere anno dopo anno la persona che si sedeva a fianco del Re dell’isola di Pasqua…

Osservai i suoi monoliti in Ahu Akivi…osservai e scrutai i Moai…giganti di pietra dai visi enormi che guardano  il grande mare…l’oceano…

L’Isola di Pasqua…Rapa Nui con il suo mistero…forse lo sarà per sempre…

Non si conosce chi erano i suoi abitanti…da dove venivano…non vi è alcuna traccia…solo i Moai misteriose sculture di pietra…

‘La porta della condivisione’…racconta…

‘La porta della condivisione’ racconta…

Racconta l’amore per l’arte…per la fotografia…la lettura…racconta le sue riflessioni…

Racconta i suoi viaggi…la cultura dei luoghi…

Racconta la moda il costume…l’amore per la gente del mondo…le emozioni in un video…l’amicizia…

Racconta ciò che accade nei giorni…nel tempo…

Ricordi…racconti…

La porta della condivisione racconta di ‘Tutto un pò’…

Vi accompagno con me…nei ricordi di Antigua…

Giunsi ad Antigua…

Il giorno si stava svegliando…erano le sette del mattino…Colsi i colori della natura e con un clic scattai le immagini…

Antigua nell’arcipelago delle Piccole Antille…scoperta da Colombo…

geograficamente sita nell’America centrale…separa l’oceano Atlantico dal mar dei Caraibi…

Nella zona soffia il vento degli Alisei…quel vento che  accompagnò Colombo alla scoperta delle Americhe…

Antigua nella bellezza della natura dei Caraibi…

Pierre Cardin…il suo stile futurista…l’amore per Jeanne Moreau…e la terra che amava tanto…il Veneto dove nacque…

Pierre Cardin…il suo amore per il Veneto dove nacque nella ridente provincia di Treviso…

Fu tra i più importanti stilisti…

Iniziò la sua carriera in Francia…lavorando in sartoria da Elsa Schiapparelli e poi alla maison Christian Dior…

In seguito fondò la sua casa di moda…

Pierre Cardin conosciuto per il suo stile futurista…lo stile unisex…le gonne a palloncino…i suoi tagli geometrici…

Cardin era una persona molto riservata…creò un impero…Fu artista e uomo d’affari insieme…un innovatore nella moda…

Inventò il pret a porter…erano abiti eleganti ma non di sartoria…costruiti in serie…

Amò una sola donna Jeanne Moreau…attrice francese…della quale Cardin disse…’Forse in segreto chiedevo di amare la donna…d’amare Jeanne..ho provato attrazione dal momento in cui l’ho conosciuta’…

Di lui…Jeanne Moreau disse…’Ho incominciato ad amare Pierre per le sue creazioni…l’ho trovato immediatamente magnifico…lo amavo così com’era…l’ho voluto e sono andata a cercarlo’…

Vi accompagno con me nei ricordi…L’incontro con i discendenti degli ammutinati del Bounty…in una piccolissima isola nell’oceano Pacifico…

L’incontro con i discendenti degli ammutinati del Bounty…nella piccola isola di Pitcairn…

Uomini e Donne con la loro barca raggiunsero la nave…salirono a bordo come dei buoni pacifici pirati…portarono i loro prodotti artigianali costruiti con le loro mani e incontrarono la gente che proveniva da tanto lontano…

La gente tutta intorno a loro…incuriosita alla loro vita…alla loro cultura…ai loro prodotti…

Quando abbandonarono la nave e ritornarono alla loro isola di Pitcairn…avvertii malinconia…era già nostalgia…

Scesero dalla nave…salirono sulla loro piccola barca…osservai…fecero un giro intorno alla nave per salutare e ringraziare la gente che li aveva ospitati..

Salutarono festosi e si allontanarono…

Quanta emozione provata incontrandoli…

L’isola di Pitcairn lontana dal mondo…un’isola a 3500 miglia dalla Nuova Zelanda…quattro chilometri quadrati di territorio…sperduta nell’oceano…

Là soli…lontani dal mondo!..

Sono i discendenti degli ammutinati del Bounty…

I loro avi si stabilirono lì per sempre…dopo aver subito tante angherie dal comandante del Bounty…

Si ribellarono…e divennero gli ammutinati…Abbandonarono su una scialuppa in mezzo al Pacifico il comandante e parte dell’equipaggio che non vollero seguirli…

Gli ammutinati vagarono per giorni in oceano alla ricerca di una terra…un’isola…

Trovarono l’isola…si stabilirono lì…dopo aver incendiato il Bounty…

Fecero figli con le dolci donne di Tahiti…

I discendenti degli ammutinati del Bounty…vivono nella bellezza selvaggia di Pitcairn…dove la storia dei loro antenati…racconta…