Uno dei brani più veri…più belli dei ‘Promessi Sposi’…È un passo indimenticabile!..Un brano così vero…così attuale!…La madre di Cecilia!..

La-madre-di-CeciliaUno dei brani più veri più belli dei Promessi Sposi…Il profondo…nobile dolore di una madre…si strappa il cuore!.. È una descrizione così vera…nella sua drammatica attualità…è un passo indimenticabile per il dolore che oggi stiamo vivendo!….Il brano inizia così…..Scendeva dalla soglia  d’uno di quegli usci, e veniva verso il convoglio, una donna, il cui aspetto annunciava una giovinezza avanzata ma non trascorsa. Portava essa in collo una bambina di forse nov’anni, morta; ma tutta ben accomodata, co’ capelli divisi sulla fronte, con un vestito bianchissimo, come se quelle mani l’avessero adornata per una festa promessa da tanto tempo, e data per premio. Un turpe monatto andò per levarle la bambina dalle braccia,con una specie però d’insolito rispetto, con un’isitazione involontaria. Ma quella tirandosi indietro, senza però mostrare sdegno nè disprezzo, “no!” disse: non me la toccate per ora; devo metterla io su quel carro: “prendete”. Così dicendo, aprì una mano, fece vedere una borsa, e la lasciò cadere in quella che il monatto le tese. Poi continuò “promettetemi di non levarle un filo d’intorno, nè di lasciar che altri ardisca di farlo e di metterla sotto terra così. Il monatto si mise una mano al petto; tutto premuroso, e quasi  ossequioso, più per il nuovo sentimento da cui era come soggiogato, che per l’inaspettata ricompensa, s’affacendò a far un po’ di posto sul carro per la morticina. La madre dato a questa un bacio, la mise lì come su un letto, e l’accomodò, le stese sopra un panno bianco,e disse l’ultime parole: “addio, Cecilia ! riposa in pace!” Stasera verremo anche noi, per restare sempre insieme. Prega intanto per noi; anch’io pregherò per te e per gli altri. Poi, voltandosi di nuovo al monatto “voi”, disse, “passando di qui verso sera, salirete a prendere anche me, e non me sola”. Così detto, rientrò a casa, e, un momento dopo, s’affacciò alla finestra, tenendo in collo un’altra bambina più piccola, viva, ma coi segni della morte in volto. Stette a contemplare quelle così indegne esequie della prima, finché il carro non si mosse, finché lo poté vedere; poi disparve. E che altro poté fare, se non posar sul letto l’unica che le rimaneva , e mettersela accanto per morire insieme? Come il fiore già rigoglioso sullo stelo cade insieme col fiorellino ancora in boccio, al passar della falce che pareggia tutte l’erbe del prato.

2 pensieri riguardo “Uno dei brani più veri…più belli dei ‘Promessi Sposi’…È un passo indimenticabile!..Un brano così vero…così attuale!…La madre di Cecilia!..”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...